ROMA – “Abbiamo accettato l’invito del sindaco di Amatrice. Da oggi saremo in quelle terre devastate dal terremoto a dare una mano. Siamo d’accordo con lo spirito di questa iniziativa: non bastano le visite lampo e un rapido giro di incontri con le autorità o nelle zone rosse. Non bastano le passerelle o i giri in elicottero. Bisogna ascoltare con umiltà chi soccorre quelle persone da mesi, per imparare come viene gestita quotidianamente sul campo la ricostruzione”.

E’ quanto si legge in un post di Luigi Di Maio sul blog di Beppe Grillo.

Risposta al primo cittadino di Amatrice Sergio Pirozzi che, si legge in una nota diramata dall’Ansa, aveva affermato, rivolgendosi all’intero mondo politico: “Basta vuota solidarietà. Offro ai parlamentari un’opportunità. Si mettano gli scarponi, tolgano giacca e cravatta e vengano qui a parlare con la gente, a gestire, con Vigili del Fuoco e Protezione Civile, tutto: dell’assegnazione dei moduli abitativi alle riunioni organizzative”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 108 volte, 1 oggi)