OFFIDA – Il bilancio del 2016, ma anche di metà mandato, per la giunta Lucciarini e la sua maggioranza: di questo si è parlato nella conferenza stampa di fine anno. Tanti gli elementi sottolineati da sindaco, assessori, consiglieri e referenti amministrativi, che il sindaco offidano ha sintetizzato in questo modo: “Il 2015 doveva essere l’anno della strategia, il 2016 l’anno delle opportunità e il 2017 della concretizzazione: le scosse di terremoto ci hanno costretto a riflettere sul nostro percorso anche se finita l’emergenza in senso stretto abbiamo lavorato per rimettere al centro la programmazione: così il 2017 sarà anche l’anno della ripartenza”.

Parole confermate dal capogruppo consiliare di Offida Democrazia e Solidarietà, Claudio Sibillini: “Possiamo affermare che gli obiettivi presentati in campagna elettorale sono stati tutti raggiunti nei tempi che ci eravamo dati”. Notevole importanza, nel corso del 2016, va ricercata nell’accordo tra Energie Offida e Centria, cosa che ha consentito all’amministrazione comunale di introitare una somma importante: “Se fino a qualche tempo fa ci trovavamo a dover gestire le finanze comunali senza possibilità di uno sguardo di lungo periodo – commenta l’assessore al Bilancio e Programmazione Roberto D’Angelo – o adeguandoci alle nuove norme che arrivavano dal governo, adesso abbiamo la possibilità di programmare anche nel medio e lungo periodo”. Alienazione delle Reti Gas che segue quella della ex Tranvia nel 2015.

Così che quest’anno Offida potrà investire “800 mila euro nella riasfaltatura completa degli assi viari, ai quali si aggiungono altri 250 mila euro per la messa in ordine delle strade bianche” ricorda sempre Lucciarini.

La vicesindaco Isabella Bosano, da parte sua, ha evidenziato come nel campo culturale l’amministrazione offidana ha lanciato nuovi eventi come il Festival Nazionale del Teatro Amatoriale, il Music Valley Festival, l’inaugurazione del Giardino dei Giusti, oltre che la collaborazione con le scuole cittadine per diversi eventi. Per quanto riguarda le Attività Produttive “abbiamo esentato al pagamento della Tari per tre anni per le nuove attività imprenditoriali, l’esenzione del pagamento della tassa di occupazione del suolo pubblico per alcune categorie commerciali: “Non dimentichiamo la Notte Aurea né il centro culturale polivalente Lab 2.0” ha concluso.

L’assessore Piero Antimiani ha spiegato come in campo turistico “abbiamo intrecciato relazioni con Finlandia, Malta e Argentina, mentre abbiamo partecipato a diverse fiere con la cooperativa Oikos e siamo stati presenti all’Expo con un nostro stand. Inoltre siamo stati a Roma a Eataly nel mese di aprile, facciamo parte dei Borghi più Belli d’Italia, abbiamo aumentato la visibilità anche grazie a fiction televisive nazionali e mantenuto alto l’interesse su Offida grazie ad eventi come l’International Volley Cup, il Marche Jazz Wine Festival, l’adesione alle Città del Vino e il nostro ruolo nel Carnevale Storico del Piceno”.

 

 

Il terremoto ha imposto ovviamente anche di agire “per la messa a norma del cimitero e del patrimonio culturale del centro storico – ricorda D’Angelo – Importante è stata la variante al Prg con la quale diverse aree sono state sbloccate, segno importante per la crescita demografica e la ripresa dell’attività edilizia. Sarà importante che si realizzi una cittadella anti-sismica in zona Santa Barnaba”.

Su questo aspetto il sindaco Lucciarini sottolinea come “il nostro intento sia quello di avere una qualità antisismica di elevato livello, superiore alle norme di legge. Per questo abbiamo agito in modo da aiutare imprese e residenti”. Sempre D’Angelo e Lucciarini concordano sul rilancio dell’Agricoltura: “Questo è il nostro settore di traino, quando nel 2009 prevedemmo di puntare sull’agricoltura a fronte della delocalizzazione aziendale, vedemmo giusto”.

Maurizio Peroni, dal canto suo, presidente della Commissione Urbanistica e Ambiente, fa notare come “in commissione non abbiamo mai avuto un voto negativo della minoranza, al massimo astensione, segnale di un comportamento maturo e ragionevole nell’interesse della città”, mentre il consigliere Alessandro Straccia, presidente della Commissione Regolamenti, aggiunge che “prossimo obiettivo sarà ammodernare lo Statuto comunale”.

Enio Marchei, amministratore unico di Energie Offida, oltre a ricordare l’accordo con Centria, ha affermato che “si è trattato di portare i dipendenti da 21 a 12, tuttavia alcuni lavorano con Centria e con altri abbiamo raggiunto un accordo; siamo ora in trattativa con Enel per la cessione del ramo d’azienda delle linee elettriche: l’Enel lavora con un dipendente ogni 3 mila abitanti, noi siamo costretti, per garantire la turnazione, ad averne 6. L’accordo si farà però solo se non comprometterà la forza lavoro ora impiegata”.

“Abbiamo ora acquistato un secondo pulmino per il trasporto degli anziani – ha detto Quinto Menzietti, presidente della Casa di Riposo – Nel 2016 abbiamo aiutato nel momento di massimo afflusso di sfollati da Arquata, giunti nelle nostre strutture. Abbiamo firmato degli accordi con i circoli cittadini e con le scuole, per garantire ai nostri ospiti la massima socializzazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 163 volte, 1 oggi)