CASTEL DI LAMA – Di seguito una nota stampa inviata dall’amministrazione comunale di Castel di Lama.

 

Nella mattinata odierna, 29 dicembre, il Sindaco di Castel di Lama Francesco Ruggieri si è recato presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Ascoli Piceno per depositare atto di denuncia-querela nei confronti del signor Andrea Calvaresi ex amministratore unico della società Multiservizi Lama Srl (di cui il Comune di Castel di Lama è socio unico titolare del 100% del capitale sociale) dimessosi dalla carica con comunicazione recapitata lo scorso 15 dicembre.

Si è trattato di una iniziativa necessaria e doverosa assunta dal Sindaco subito dopo aver appreso dal revisore contabile della società medesima di ammanchi ingiustificati dalle casse della Multiservizi Lama Srl che, da una prima sommaria stima, ammonterebbero ad oltre 60 mila euro com’è stato attestato mediante relazione scritta appositamente acquisita per suffragare le perplessità che erano emerse a seguito del mancato rinvenimento presso la sede sociale di tutti gli estratti conto bancari.

Il revisore contabile ha evidenziato anche dubbi sulla autenticità della documentazione bancaria depositata dall’amministratore unico agli atti della Multiservizi Lama Srl che hanno anche ostacolato l’attività di vigilanza che, tuttavia, anche all’esito della ispezione presso l’istituto di credito disposta d’urgenza dal Sindaco, ha purtroppo portato alla luce operazioni di prelevamento e di disposizione di somme di denaro per finalità che ad un primo esame appaiono non sorrette da ragioni societarie.

Appena venuto a conoscenza dei dubbi sollevati dal revisore contabile il Sindaco si è immediatamente attivato convocando un’assemblea straordinaria, disponendo lo stesso giorno ispezione bancaria e contabile all’esito della quale ha denunciato l’accaduto alla competente autorità inquirente per il perseguimento dei fatti inquietanti inaspettatamente emersi.

In questa vicenda l’amministrazione comunale è stata lesa due volte: una prima per la fiducia purtroppo tradita e che era stata riposta nella nomina dell’amministratore unico della municipalizzata Multiservizi Lama Srl, ed una seconda volta per il danno economico e d’immagine che dai fatti denunciati potrà derivarne.

Ci auguriamo che la giustizia faccia celermente il suo corso e che le somme indebitamente prelevate dal conto corrente della società possano essere recuperate in tempi brevi: a questo fine il Sindaco assicura che nel procedimento penale che sarà avviato a seguito della iniziativa di denuncia non esiterà anche ad esercitare il diritto di costituzione di parte civile per far valere pure nella sede penale le ragioni del Comune di Castel di Lama, e che in rappresentanza del socio unico darà mandato al nuovo amministratore unico della Multiservizi Lama Srl che sarà nominato di promuovere anche azioni di recupero, e renderà noti i fatti appresi e denunciati anche la magistratura contabile competente essendo l’amministratore unico della società partecipata dal Comune un incaricato di pubblico servizio.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.462 volte, 1 oggi)