ARQUATA DEL TRONTO – L’incontro avvenuto il 29 dicembre alla Piceno Consid ha visto protagonista l’amministrazione comunale di Arquata, con la presenza del sindaco Aleandro Petrucci e del vicesindaco Michele Franchi.

Durante l’inaugurazione, l’amministrazione ha rivolto un appello al presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli affinchè i comuni di montagna non siano messi in secondo piano. La richiesta del comune di Arquata è quella di avere un referente che segua in prima persona le pratiche che riguardano il territorio arquatano.  “Crediamo che Arquata abbia acquisito, per cause di forza maggiore dopo tre terremoti, un diritto di priorità su altri territori meno colpiti.”

Rispetto alla polemica con l’Asur, “abbiamo solo affermato che i controlli ci sono sembrati troppo frequenti, abbiamo rispettato tutte le regole quindi non crediamo di dover ricevere un trattamento particolarmente severo.”

E’ stato, inoltre, approvato il progetto di un poliambulatorio. La struttura è stata donata dal Cuam, affiancata dal lavoro costante del Dottor Italo Paolini, “al quale va il nostro plauso e ringraziamento – precisa Franchi – per la sua abnegazione e aiuto alla comunità arquatana”.

Per quello che riguarda la messa in opera delle casette, si parte con l’urbanizzazione. Il vicesindaco dichiara che “per l’area di Pescara, è già partita la gara d’appalto , entro la seconda settimana di Gennaio si comincerà l’urbanizzazione dell’area. A Borgo, la gara partirà entro il 10. Il primo passaggio sarà la realizzazione delle piazzole, per poi provare a accellerare i tempi. Ci auguriamo che tutto proceda velocemente, senza intoppi burocratici”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 226 volte, 1 oggi)