AMANDOLA – “E’ stato un momento toccante, bello. I cittadini sono venuti, e ce lo hanno espressamente detto, perché avevano bisogno di ritrovare quel senso di comunità”.

E’ stata “un successone” la cena di Capodanno ad Amandola, con un afflusso di gente inaspettato, come conferma il sindaco Adolfo Marinangeli in una nota diramata dall’Ansa.

“Pensavamo a 100 persone, se ne sono presentate 280. E’ stata una festa dove abbiamo messo in comune le nostre difficoltà, ma con la voglia di ripartire. Per questo abbiamo rimesso in piedi il tendone che nei primi giorni ospitava la mensa degli sfollati, e che ora ci è servito per fare festa. Abbiamo voluto fare anche i fuochi d’artificio dal terrazzo del comune – spiega il sindaco – abbiamo voglia di rinascere, e vogliamo dirlo al resto dell’Italia che ci è stata così vicina in questi mesi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 97 volte, 1 oggi)