ARQUATA DEL TRONTO – Nell’ultimo giorno dell’anno l’unità di crisi regionale del Mibact ha portato a termine l’ennesimo salvataggio di beni culturali finiti tra le macerie del sisma. I funzionari storici dell’arte hanno coordinato il recupero, da parte dei vigili del fuoco, in collaborazione con i Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Ancona e quelli della Stazione di Arquata, di una tela del tardo ‘700 a Pretare di Arquata del Tronto.

Il dipinto è stato affidato alle cure dei restauratori del ministero. Negli ultimi giorni del 2016 numerosi sono diversi gli interventi fatti dall’unità di crisi: ad Arquata, Montegallo e Venarotta nell’Ascolano, a Castelsantangelo sul Nera nel Maceratese. Proprio qui c’è stato un importante recupero nella Chiesa di San Vittorino: il Polittico della scuola di Paolo Da Visso che si trovava sull’altare maggiore ed era caduto finendo sotto oltre un metro di macerie.

Nell’ultima settimana dell’anno sono stati portati in salvo complessivamente circa 200 beni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 109 volte, 1 oggi)