PESCARA DEL TRONTO – Nuovi sviluppi riguardo al recupero, da una chiesa di Pescara del Tronto, di un archivio storico. CLICCA QUI PER LEGGERE ARTICOLO PRECEDENTE.

Dalla Parrocchia della chiesa della Santa Croce di Pescara del Tronto sono stati riportati alla luce testi manoscritti databili tra il 1500 ed il 1800 ed un cabreo del XIX secolo.

Dall’edificio, completamente distrutto, erano già stati recuperati una croce astile risalente al 1200 e tra le più antiche delle Marche, un crocifisso ligneo del 1400 oltre alle campane.

L’archivio era sistemato nei pressi dell’altare principale e custodiva preziosissimi documenti dei cavalieri Templari che secondo fonti storiche avevano eretto la Chiesa di ritorno dalle Crociate costruendo la facciata ad est, verso Gerusalemme. Subito dopo il sisma che ha raso al suolo Pescara del Tronto, i Vigili del fuoco avevano provveduto a coprire la zona dove insisteva l’altare proprio per proteggere quanto era custodito lì sotto, in attesa di poter compiere un lavoro specifico che ne permettesse il recupero nelle migliori condizioni.

Le operazioni hanno preso il via il 31 dicembre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 486 volte, 1 oggi)