ASCOLI PICENO – Il gruppo consiliare del Partito Democratico ascolano ha inoltrato una proposta all’amministrazione comunale di Ascoli dopo la vendita dell’ulteriore 45% di Piceno Gas. CLICCA QUI

“Appresa la notizia della vendita dell’ulteriore 45% di Piceno Gas – si legge in una nota –  tramite interrogazione il gruppo consiliare del Pd ha formalizzato la richiesta di impegno dei soldi incassati dalla vendita (13 milioni totali) a favore della procedura di riacquisto dei parcheggi e/o procedura di verifica di vulnerabilità sismica di tutti i plessi scolastici di proprietà comunale ed i relativi lavori di adeguamento”.

Il Pd di Ascoli afferma: “Nonostante riteniamo la vendita dei nostri ‘gioielli di famiglia’ un grave errore politico amministrativo, pensiamo che dare proposte concrete sia il compito di una forza politica come il Partito Democratico. E’ per questo che chiediamo al Comune di chiarire se questi soldi siano utili solo a tappare buchi di mala gestione oppure possano risultare un’opportunità per la città”.

Il pensiero del Partito Democratico prosegue: “Vogliamo credere che chi governa la città’ di Ascoli non sia cosi egoista da non voler  investire l’incasso della vendita della Piceno Gas per il riacquisto dei parcheggi ad Ascoli Piceno ed un investimento sulle scuole della nostra città con verifica di vulnerabilità sismica e successivi lavori – si legge nella nota – Con 13 milioni di euro (l’incasso della vendita del ben 90%  della Piceno Gas) si può fare molto. E per questo lanciamo il guanto di sfida a questa amministrazione. Impegni per i nostri figli ed i cittadini ascolani piuttosto che per marchette”.

Il gruppo consiliare dichiara: “Vi è un’altra riflessione importante da fare. Questa amministrazione con il sindaco facente funzione anche di assessore, ha svenduto tutto ciò che portava soldi nelle casse comunali. Magari riuscirà a garantire futuro politico per qualche storia personale, ma non alla città. Abbiamo svenduto tutto ciò che avevamo, ed ora la città si ritrova con un pugno di mosche in mano in un periodo post terremoto devastante”.

In conclusione il Pd ascolano propone: “13 milioni di euro possono garantire  investimenti importanti.  Chiediamo al sindaco, ma soprattutto ai consiglieri comunali di non rimanere indifferenti dinanzi a ciò e non tapparsi gli occhi per l’ennesima volta e di sostenere insieme a noi l’investimento per scuole e parcheggi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 109 volte, 1 oggi)