ASCOLI PICENO – L’antiquariato e l’artigianato sono alcuni di quei settori che continuamente si cerca di sostenere ed incentivare. Il mercatino di Ascoli Piceno da oltre 25 anni ospita numerosi professionisti di questo settore rinnovando l’offerta di mese in mese dando spazio alle numerose novità. Appuntamento il 21 e 22 gennaio.

Il mercatino ogni mese entra a far parte della vita culturale di Ascoli Piceno, dove cultura è sinonimo non solo di musei, chiese, ma anche di antiquariato e artigianato.

Nonostante le difficoltà che il nostro territorio sta incontrando in questo periodo post-sisma il Mercatino di Ascoli rimane una presenza certa nel panorama degli eventi cittadini, richiamando in città sempre un importante numero di visitatori impegnando gran parte delle strutture ricettive cittadine.

Come ormai di consuetudine per l’edizione di gennaio, il Mercatino ospita la quarta rassegna dei canti di questua in onore di Sant’Antonio.

Da sempre il “Comitato festeggiamenti Sant’Antonio abate” si occupa di solennizzare la ricorrenza del 17 gennaio. Il momento topico è rappresentato dalla Benedizione con conseguente processione. Questa data identifica l’avvio del periodo carnevalesco, pertanto la Associazione “il Carnevale di Ascoli” affianca il Comitato mettendo in piedi iniziative collaterali.

Varie sono le manifestazioni organizzate. Una di esse è fin dal 2012 la Rassegna dei canti di Questua, realizzata in collaborazione con il Mercatino dell’Antiquariato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 52 volte, 1 oggi)