ASCOLI PICENO – In una nota, il primo cittadino del capoluogo Piceno, Guido Castelli, esprime soddisfazione per l’impegno avuto nel ripristino e messa in sicurezza della sede della biblioteca comunale in Corso Mazzini. La riapertura è prevista il 21 gennaio. Negli ultimi giorni il Pd ascolano aveva sollecitato la riapertura. CLICCA QUI

“Il Comune, con solerzia e sollecitudini encomiabili- sottolinea il sindaco Guido Castelli– è intervenuto non solo per mettere in sicurezza gli spazi della biblioteca ma già per intervenire direttamente al fine di riparare definitivamente la struttura dopo i danni arrecati dal sisma. Non abbiamo fatto meri lavori di puntellamento, bensì abbiamo già affrontato il problema della completa rimessa in pristino in modo da non metterci più le mani”.

Non manca una stoccata al capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale Francesco Ameli: “Di fronte ad un risultato così spedito e veloce– sottolinea Castelli-, ci sembrano pretestuose e strumentali le accuse mosse dal capogruppo del Pd che farebbe bene ad occuparsi invece dei ritardi enciclopedici che sul tema sisma sta accumulando la Regione rispetto ai proprio obblighi”.

“Troppo facile vedere la pagliuzza nell’occhio altrui– aggiunge il primo cittadino ascolano – evitando di dare risalto alla trave che occupa il proprio occhio. Non ci interessano le polemiche anche se consigliamo al Pd di dare una svegliata al presidente Ceriscioli perchè la popolazione sta cominciando a perdere la pazienza a causa dei ritardi di palazzo Raffaello”.

(Letto 133 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 133 volte, 1 oggi)