OFFIDA – “Dare una segnale alle imprese e al territorio per far ripartire l’economia nelle zone terremotate”.

E’ l’obiettivo della Coldiretti Ascoli Fermo che ha riaperto l’ufficio di Offida, precauzionalmente chiuso in seguito al sisma.

I locali sono stati “inaugurati” nel corso di una piccola cerimonia alla quale hanno preso parte anche il presidente della Coldiretti Ascoli Fermo, Paolo Mazzoni, e il direttore Alessandro Visotti.

A causa del sisma di agosto e alle ulteriori scosse di ottobre-novembre i locali erano stati  chiusi per diversi giorni con l’obiettivo di verificare la stabilità della struttura e valutare la gravità delle crepe presenti. In tempi stretti si è quindi proceduto a una serie di sopralluoghi e di interventi che hanno portato alla riapertura a tempo pieno.

“Nonostante le ferite inferte dal terremoto questo territorio ha voglia di ripartire e la riapertura stabile del nostro ufficio punta ad assicurare un servizio a quelle imprese che stanno continuando l’attività a prezzo di numerosi sacrifici – spiegano Mazzoni e Visotti -. Ma occorre anche che le aziende dannggiate siano messe nelle condizioni di risollevarsi, e ciò sarà possibile solo garantendo in  tempi stretti l’arrivo delle stalle mobili e dei moduli abitativi attesi, superando i ritardi accumulati”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 86 volte, 1 oggi)