CASTIGNANO – Una storia a lieto fine ma che ha creato apprensione nella già difficile situazione che si vive nella frazione di Ripaberarda, a Castignano in Provincia di Ascoli. Senza corrente elettrica, coperta da uno strato di neve che ha raggiunto il livello record del metro e mezzo e flagellata dalle scosse di terremoto, a Ripaberarda gli eventi hanno provocato l’esaurimento della dotazione di latte per una bambina di sei mesi, con i genitori impossibilitati ad uscire di casa per lo strato nevoso.

Fortunatamente il padre della bimba è riuscito a contattare, tramite un post su Facebook segnalato al sindaco di Castignano Fabio Polini, la situazione e così mezzi della Protezione Civile sono intervenuti per liberare la strada così il padre è riuscito a recarsi nel supermercato più vicino e approvvigionarsi del latte. Il tutto è avvenuto nel primo pomeriggio.

Situazione che il sindaco Polini definisce “gravissima e senza precedenti: non ho mai ricordato precipitazioni nevose di questo livello”. Anche perché “tutto ciò è combinato con gli effetti del terremoto e con l’assenza di corrente elettrica ancora per l’80-90% del territorio: tutto il centro storico è senza luce. A causa del peso della neve una stalla agricola dove vengono custodite delle pecore è crollata”.

Intanto sempre il sindaco di Castignano si è adoperato per richiedere alla Protezione Civile di coinvolgere il Ministero dell’Interno l’intervento dell’Esercito, contattando il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 612 volte, 1 oggi)