RIGOPIANO – L’Ansa riferisce che i soccorritori lavorano in condizioni difficilissime. “Ci sono tanti morti”, secondo quanto ha riferito all’ANSA il capo del Soccorso alpino abruzzese Antonio Crocetta, che da ieri sera si è messo in marcia insieme agli altri soccorritori sugli sci in quanto le strade di accesso all’albergo erano bloccate da due metri di neve, caduta negli ultimi giorni. La slavina si è staccata molto probabilmente a causa delle scosse di terremoto di ieri mattina. La Procura di Pescara ha aperto una indagine per omicidio colposo. Smentite le notizie del primo pomeriggio  circa il ritrovamento di persone ancora vive. All’interno presenti tra le 29 e le 35 persone.

 

 

Tra le persone che erano all’hotel di Rigopiano anche due castignanesi, Marco Vagnarelli e Paola Tomassini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 25.007 volte, 1 oggi)