MONTEMONACO – Le abbondanti nevicate che si sono abbattute sui Comuni della Provincia di Ascoli Piceno, le forti scosse di terremoto che si sono susseguite  nella giornata di mercoledì 18 gennaio, hanno lasciato profonde ferite sul territorio Piceno, con frazioni rimaste ancora isolate e senza energia elettrica.

I Carabinieri del Comando Provinciale  hanno costantemente ed incessantemente  fornito supporto e soccorso alle popolazioni stremate, operando anche in condizioni estreme per raggiungere le località più isolate dove sapevano di persone in difficoltà, conoscendo a fondo il territorio, grazie anche all’ausilio di una moto slitta fornita in dotazione a quella Stazione Carabinieri.

Il Comando Stazione di Montemonaco si è particolarmente distinto per l’opera di assistenza e soccorso alle popolazioni, soprattutto verso quelle famiglie che dimorano nelle località più isolate maggiormente colpite dalle abbondanti precipitazioni nevose, rimaste per giorni isolate e senza energia elettrica. A bordo della moto-slitta in dotazione a quel Comando i Carabinieri sono riusciti a raggiungere diversi nuclei familiari, composti spesso da sole persone anziane con gravi difficoltà a deambulare, per portare loro viveri, medicinali salvavita, carburante e legna  per le stufe ed i camini e soprattutto liberare gli ingressi delle loro abitazioni da metri di neve che di fatto impediva loro  di uscire di casa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 203 volte, 1 oggi)