VALLE CASTELLANA – Una storia a lieto fine che la comunità di Valle Castellana, comune del Teramano al confine con Ascoli Piceno, vuole giustamente risaltare. Fin dai primi giorni della nevicata che ha investito pesantemente tutto l’Appennino, nella frazione Mattere si sono prodigati Natale e Rosildo Ferri, rispettivamente padre e figlio i quali, “rischiando la loro incolumità – si legge nella nota stampa – hanno deciso di mettersi a disposizione della popolazione con i propri mezzi privati e hanno aperto varchi in mezzo a tre metri di neve con due trattori”.

La loro opera ha fatto in modo che “già il 19 gennaio, quando nessun altro mezzo era riuscito a liberare i paesini abbandonati, hanno liberato l’intero borgo montano di Mattere portando in salvo anche una bambina di 11 anni. Successivamente hanno fatto lo stesso nella frazione di Prevenisco. In questi giorni stanno dando il loro contributo anche per liberare gli altri paesi, lavorando ininterrottamente. Questi gesti di umanità e cooperazione mostrano la parte migliore degli uomini di montagna i quali non si arrendono mai, rischiando la propria vita per salvarne altre”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.844 volte, 1 oggi)