CASTEL DI LAMA – Dopo il Consiglio comunale che si è svolto in data odierna, nel quale la minoranza ha presentato una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco di Castel di Lama Francesco Ruggieri, lo stesso primo cittadino, in una nota stampa, giudica “infondata e strumentale” la mozione pur definendo “acceso” il Consiglio comunale.

“Il sindaco ha illustrato ai cittadini presenti la cronistoria – si legge nella nota – relativa a Multiservizi Lama Srlribadendo di essere stato colui che ha denunciato il fatto e che l’Amministrazione è invece risultata parte lesa e per ben due motivi: per la fiducia data e non ripagata dall’amministratore unico della società e per i danni economici e d’immagine subiti”.

“L’opposizione ci ha accusato di non esserci accorti dell’ammanco di 60 mila euro, ma la continua falsificazione di documenti bancari avrebbe tratto in inganno anche il più esperto dei contabili. Poi, quando il Revisore dei Conti ha avvertito il Sindaco dell’ammanco, quest’ultimo si è immediatamente mosso, chiedendo una relazione e, il 29 dicembre, a distanza di neanche 7 giorni e nonostante le festività di mezzo, ha presentato la denuncia” continua la nota.

Non abbiamo avuto alcuna esitazione a denunciare, nemmeno nei confronti di coloro che erano a noi vicini e anche amici personali. Per noi chi sbaglia paga e vogliamo che questo sia ben chiaro a tutti. Al termine della cronistoria del Sindaco, che non ha risparmiato riferimenti a documenti e al testo della denuncia, i cittadini hanno applaudito. Usciamo da questa storia rafforzati come gruppo e siamo pronti più che mai a occuparci dei seri problemi che abbiamo per la ricostruzione post sisma. I cittadini sanno di poter contare sul nostro ascolto e sulle nostre risposte. I cittadini sono e rimangono il nostro braccio destro e insieme a loro cambieremo Castel di Lama” conclude.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 722 volte, 1 oggi)