ANCONA – Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato all’unanimità la proposta di legge licenziata il 25 gennaio dalla Giunta per un’anticipazione di bilancio di 30 milioni di euro con l’obiettivo di garantire la continuità dei pagamenti per i contributi per l’autonoma sistemazione, alloggi nelle strutture ricettive, Sae (le casette) e per altre spese sostenute dalla Regione stessa e dagli enti locali per l’emergenza terremoto.

Secondo il relatore di maggioranza Francesco Giacinti (Pd) bisogna evitare “interruzioni in attesa dal versamento delle relative somme da parte del Governo centrale. La Regione ha già provveduto a liquidare circa 27 milioni euro e ne ha chiesti al Governo ulteriori 60”.

Parere favorevole anche dal relatore di minoranza, Mirco Carloni (Ap), che ha auspicato un confronto più generale sul terremoto e sulla gestione dell’emergenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 79 volte, 1 oggi)