ASCOLI PICENO – Rilanciare il territorio attraverso azioni concrete rivolte soprattutto ai giovani. Questo l’obiettivo del progetto “Allenarsi per il futuro” ideato da Bosch Italia, in collaborazione con Ranstad e che coinvolgerà anche la città di Ascoli Piceno. Oggi, nella Sala De Carolis e Ferri a Palazzo Arengo, si è svolta una riunione per definire linee guida e le procedure del progetto al quale aderirà il Comune di Ascoli Piceno. Bosch Italia, attraverso tale iniziativa, vuole mettere a disposizione 50 borse di alternanza scuola-lavoro, rivolte ad altrettanti ragazzi frequentanti le classi terze, quarte e quinte degli Istituti Superiori cittadini, della durata di tre settimane.

Gli studenti, che verranno selezionati dagli stessi Istituti, vivranno questa esperienza direttamente nell’azienda tedesca, che ha sede a Milano. Quindi orientare i giovani verso il loro futuro attraverso la metafora dello Sport: passione, impegno, responsabilità e allenamento sono i principali valori trasmessi dai testimonial sportivi che verranno coinvolti in questo percorso.

All’incontro hanno partecipato l’Assessore alla Pubblica Istruzione e allo Sport Massimiliano Brugni, il Presidente del Consiglio Comunale Marco Fioravanti, il vice presidente Human Resources Bosch Italia Roberto Zecchino, Fabrizio Cianciotta di Randstad oltre ai referenti delle seguenti scuole: Stefania Consolani per l’Istituto Tecnico e Commerciale per Geometri “Umberto I°”, Maria Elma Grelli per l’Ipsia Sacconi Commerciale Ceci, Gigliola Quaglia per l’Istituto di Istruzione Superiore “Celso Ulpiani”, Rossella Filippini per l’Istituto Tecnico Statale “G. Mazzocchi”, Renato Marchetti e Gianluca Cauteruccio per l’Istituto Istruzione Superiore “E. Fermi” e Ipsia Comunanza.

“Si tratta di una occasione da prendere al volo per i nostri ragazzi – afferma il Sindaco di Ascoli Guido Castelli -. l’incremento del tempo dedicato a svolgere esperienze dirette in azienda, consentirà agli studenti di ridurre il divario purtroppo esistente tra il sistema di istruzione e il mercato del lavoro. Ringraziamo quindi Bosch Italia, con la quale abbiamo un legame importante e solido, per averci messo a disposizione percorsi di tale livello. Vogliamo che questo progetto si consolidi sempre più nel tempo e che si espanda. Ascoli vuole ripartire dai giovani, i soggetti più adatti per risollevarsi specialmente in situazione così delicate come quella che stiamo vivendo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 152 volte, 1 oggi)