CASTIGNANO – “Non si può morire di turbina, la nostra parrocchia di Castignano ce l’ha e non stiamo ai piedi del Gran Sasso. Chiedo con tutto il cuore a chi di dovere: questi soldi, ma subito, spendiamoli per le cose che servono, non sciupateli, non ve li mangiate”.

Così il parroco della Chiesa di Sant’Egidio Tiziano Napoletani, in una nota dell’Ansa, durante la messa funebre per Marco Vagnarelli e Paola Tomassini morti nella sciagura dell’Hotel Rigopiano: “Due morti inutili – ha incalzato – basta, siamo stanchi”.

Chiesa di Sant’Egidio stracolma a Castignano per l’ultimo saluto a Marco Vagnarelli e Paola Tomassini, la coppia marchigiana morta nella sciagura dell’Hotel Rigopiano, il cui funerale viene celebrato con un’unica messa da tre sacerdoti. L’ingresso in chiesa è vietato ai fotografi. Centinaia di persone dei paesi vicini con rispettivi sindaci provenienti  (presente anche quello di Montalto Marche essendo Paola Tomassini originaria di quel borgo). Nutrita presenza anche da Force dove Marco Vagnarelli giocava a calcio con la Forcese.

Tra i fiori, spicca la corona del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Sono presenti, tra gli altri, il prefetto di Ascoli Piceno Rita Stentella, il presidente della Provincia Paolo D’Erasmo e la vice presidente della Regione Marche Anna Casini.

Il sindaco Fabio Polini ha proclamato il lutto cittadino, i negozi sono chiusi con le serrande abbassate.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.930 volte, 1 oggi)