ASCOLI PICENO – Dal 17 al 19 febbraio arriva ad Ascoli Piceno Cinesophia, presso l’ex chiesa di Santa Andrea, il primo festival italiano interamente dedicato alla “Filosofia del Cinema”.

L’appuntamento, organizzato dall’amministrazione comunale di Ascoli Piceno e dall’associazione culturale Popsophia, dopo essere stato rimandato per l’emergenza terremoto ritorna con tre intense giornate di incontri e spettacoli inediti. Un nuovo festival nazionale che raccoglie tutta l’energia creativa e progettuale del territorio ascolano e marchigiano che ha voglia di ripartire proprio dall’innovazione artistica e culturale.

Il festival, in collaborazione con l’Ufficio ScolasticoProvinciale, l’Accademia di Belle Arti di Macerata e l’Ordine degli Avvocati di Ascoli, animerà il complesso intorno all’ex Chiesa di Sant’Andrea dalpomeriggio a notte inoltrata con conferenze, proiezioni, interviste,performance, degustazioni e musica dal vivo.

La Popsophia del cinema che fa formazione.

Il festival animerà il complesso intorno all’ex Chiesa di Sant’Andrea dal pomeriggio a notte inoltrata con conferenze, proiezioni, interviste, performance, degustazioni e musica dal vivo. Ma le giornate di Cinesophia non sono rivolte solamente agli amanti del cinema: hanno anche valore di formazione.

La presenza al festival rientra nell’attività riconosciuta dall’Ufficio Scolastico Regionale come valida ai fini dell’aggiornamento dei docenti ( DDG 10042 31 agosto 2016).

Per gli studenti, invece, la presenza agli appuntamenti decreterà l’acquisizione di  crediti formativi e di ore di alternanza scuola lavoro (2 crediti formativi/ECTS per studenti Afam).

“Cinesophia punterà tantissimo sulla formazione e sull’aggiornamento” – afferma Lucrezia Ercoli, direttrice artistica di Popsophia – “Con l’approccio della pop-filosofia  affronteremo i fenomeni contemporanei partendo proprio dalle opere cinematografiche della cultura pop, che verranno spiegate da filosofi, registi e esperti del settore”.

“In un momento così difficile per la nostra regione, noi puntiamo sulla forza della cultura. L’Amministrazione Comunale di Ascoli – ha dichiarato il sindaco Guido Castelli – crede nel progetto di Cinesophia, che deve attrarre, coinvolgere e appassionare un pubblico numeroso nell’obiettivo di una fruizione consapevole e partecipata della cultura. Per il suo approccio originale alle tematiche contemporanee, il Festival ascolano può diventare un punto di riferimento del dibattito filosofico nazionale”.

Le giornate di Cinesophia hanno certificazione accademica con 2 crediti formativi europei, valore di aggiornamento per gli insegnanti, di formazione per gli studenti e di accredito per la professione forense. “Le giornate di Cinesophia di febbraio saranno un’opportunità di riflessione attenta, appassionante e popolare per ragionare con spirito critico sulla cinematografia contemporanea. Per Ascoli Piceno è anche un’occasione per arricchire l’offerta culturale e turistica del mese di febbraio, proprio nella settimana che precede il carnevale” ha aggiunto Donatella Ferretti, vicesindaco.

Tantissimi, infatti, saranno gli appuntamenti e gli ospiti che attireranno non solo appassionati di cinema, ma anche amanti delle serie tv e della pop filosofia: dai Workshop sugli aspetti più importanti della realizzazione di un film alla rassegna Pop Crime, che analizzerà il rapporto tra crimine, diritto e filosofia con il patrocinio del quotidiano “Il Dubbio”. Poi le Lectio Pop, video-conferenze che alternano una selezione inedita di frammenti cinematografici alle interviste dal vivo ai maggiori filosofi italiani che si sono occupati di cinema. Per chiudere le tre serate non potevano mancare tre nuovi Philoshow, gli spettacoli filosofico-musicali ideati dalla direttrice artistica Lucrezia Ercoli e prodotti in anteprima per il festival ascolano eseguiti dalla band Factory, dove la riflessione filosofica sul cinema si contamina con proiezioni video, performance teatrali e musica dal vivo.

Tutti gli appuntamenti in programma hanno ingresso libero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 292 volte, 1 oggi)