ASCOLI PICENO – Una rappresentanza di calciatori dell’Ascoli Picchio ha trascorso la mattinata del primo febbraio nelle vie del centro cittadino immergendosi nella quotidianità della gente comune per interpretare “L’educazione civica e il decoro urbano migliorano la Città”, tema fornito dalla Lega B per il terzo evento stagionale de “Un giorno per la nostra Città”.

Il Club bianconero ha assegnato i cartellini giallo, rosso e verde, normalmente utilizzati dall’arbitro nelle partite di campionato, per esaltare o censurare situazioni quotidiane legate al decoro urbano. Arbitri per un giorno i cinque marchigiani dell’Ascoli, il capitano Luigi Giorgi, Gianluca Carpani, Riccardo Orsolini, Gian Filippo Felicioli e Simone Paolini.

Nel salotto buono di Ascoli, Piazza del Popolo, Carpani, Felicioli, Orsolini e Paolini, cartellini alla mano, in un coro unanime hanno dato il via ad una mattinata inusuale: “Squadra dell’Ascoli Picchio pronta all’azione!” hanno intonato in coro i bianconeri prima di partire in “missione”. Il tutto è documentato nel video che sarà online da questa sera sul sito e i social.

“Oggi mostriamo il cartellino rosso ai cittadini che si rendono protagonisti di atti di vandalismo!” – ha detto un austero Felicioli – “Il cartellino giallo per gli atti di incuria!” – è stato il messaggio di Carpani – “Il cartellino verde per chi contribuisce all’abbellimento e alla pulizia della nostra città!” – è stata la frase di Orsolini.

A questo punto il nastro si riavvolge ed entra in scena il capitano Gigi Giorgi, ascolano doc, che, in borghese, ricorda la situazione di emergenza in cui versa Ascoli e il territorio del centro Italia ormai da tempo:

“Queste erano le intenzioni iniziali, ma, come sapete, il nostro territorio negli ultimi tempi ha dovuto fare i conti con neve e terremoto. E allora il decoro urbano, in una situazione di emergenza, non è la priorità” – ha dichiarato con fermezza.

Ma i ragazzi non hanno voluto rinunciare all’assegnazione dei cartellini e lo hanno fatto idealmente.

Carpani: “Il cartellino verde è per i nostri tifosi, che, pale alla mano, hanno liberato le case dei privati e le scuole del circondario per dare una mano alla gente in difficoltà!”

Felicioli: “Il cartellino rosso è per chi si abbatte e non reagisce: la determinazione e la perseveranza fanno parte di noi e della nostra gente, quindi, mai mollare!”

Orsolini: “Il cartellino giallo è per chi non fa prevenzione e manutenzione”.

La conclusione non poteva che essere del capitano Giorgi: “Un altro cartellino verde vogliamo assegnarlo al Decoro, quello di tutte le persone del Centro Italia che, con la sofferenza nel cuore, sanno rialzarsi e ricostruirsi prima ancora di ricostruire! Il decoro è dentro di noi prima che all’esterno”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 173 volte, 1 oggi)