ASCOLI PICENO – Onorare la memoria di un’eccellenza del canto ascolano, rafforzando inoltre una collaborazione che rappresenta da qui al futuro un salutare volano per l’economia della nostra città.

Giovedì 2 febbraio infatti, al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno alle ore 21.00 ci sarà una serata in onore del compianto Tenore Ascolano Antonio Galie’.

In programma estratti da “La Boheme” di Puccini e brani tratti dal grande repertorio sinfonico in collaborazione con l’Orchestra del Conservatorio “L.D’Annunzio” di Pescara. Protagonisti gli allievi dei Corsi tenuti all’ Istituto Musicale “Gaspare Spontini” e i Docenti Valentina Corradetti, Donato Di Gioia, Stefano Corradetti, Luisella Chiarini e Giuliano Di Giuseppe.

Alle 16.30, sempre nel Massimo Ascolano, esibizione degli 8 migliori corsisti e consegna delle borse di studio per le classi di violoncello, flauto, mandolino, tromba jazz, pianoforte jazz e canto. L’ingresso è libero e la cittadinanza è invitata a partecipare.

Il tenore Antonio Galiè, per primo, ebbe l’idea di iniziare presso l’Istituto Musicale “Gaspare Spontini” questi corsi di perfezionamento per artisti della Corea Del Sud. Percorsi formativi che inizialmente erano in canto lirico, poi nel corso degli anni, grazie alla tenacia e alla volontà del manager Gook Incheol (allievo del Maestro) si sono ampliati notevolmente rivolgendosi agli allievi di Pianoforte Violino, Violoncello, Flauto, Mandolino, Direzione di Coro, Direzione d’Orchestra, Tromba, Jazz.

Da sottolineare come i corsi in questione, giunti alla loro dodicesima edizione, vengano riconosciuti dal Ministero della Pubblica Istruzione della Corea del Sud.In questi dodici anni, la presenza di tanti studenti ad Ascoli, sia nel periodo invernale che estivo, non fa altro che confermare la validità e la bontà di questa iniziativa che lega artisticamente la città di Ascoli con la Corea.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 45 volte, 1 oggi)