ASCOLI PICENO – Al termine del match contro la Pro Vercelli vinto per 3 a 0, mister Aglietti analizza il match: “Ottima prestazione, dopo quella bella col Trapani, siamo ripartiti con lo stesso approccio ma l’abbiamo gestita in maniera diversa. Complimenti al gruppo, una crescita globale. Oggi ho voluto tranquillizzare la squadra ma oggi c’era poco da dire, i ragazzi lo sanno da soli quello che devono fare. Abbiamo portato a casa la partita. Sul gol abbiamo perso la marcatura per il resto non hanno creato molto. Dobbiamo stare attenti alle ammonizioni.  A Vicenza dobbiamo fare uguale”

Mengoni è uscito anzi tempo, come sta?: “Mengoni da valutare in che condizioni sta ma ora ha una settimana in più per recuperare perché è squalificato”

E sui nuovi?:“Molto bene i nuovi sia Mogos che Bentivegna. Non ha ancora molti minuti nelle gambe Bentivegna ha fatto buone cose ma la condizione arriverà giocando. Comunque è una squadra che risponde in toto.”

Si aspettava un Pro cosi poco incisiva?:”La Pro Vercelli fa del cammino interno la sua forza, fuori casa hanno un rendimento deficitario, il gol dopo pochi minuti è stata una mazzata per loro e poi noi siamo stati bravi a contenere:”

Il tecnico dei piemontesi, Longo: “Faccio i miei complinenti all’Ascoli, sono stati bravi e stanno facendo un’ottimo lavoro anche a livello di società sia il presidente Bellini e CArdinaletti. Purtroppo la partita è stata condizionata dagli episodi, nel primo tempo dopo il gol subito c’eravamo in campo solo noi abbiamo creato gioco ma non era semplice con l’Ascoli chiuso in difesa. Oggi ci mancava La Mantia, ma non ci possiamo piangere addosso consapevoli che ci sono molte cose buone da migliorare. Favilli e Cassata li avevamo trattati anche noi in estate e non mi sorprendono, hanno il fisico e reggono la categoria.”

Il DS dell’Ascoli, Giarretta:“Ci voleva, tre punti molto importanti in chiave salveza, partita maiuscola abbiamo espresso un buon calcio. Credo che il mister abbia delle buone scelte a gennaio abbiamo ripulito la rosa ora il mister ha due scelte per ogni ruolo di buonissimo livello con una sana competizione, nessuno si sente il posto garantito. I giocatori li guardo tutti i giorni, per Favilli abbiamo fatto degli sforzi importanti anche dal punti di vista economico, sta crescendo benissimo come tutta la squadra, ci tenevano molto alla vittoria mancano ancora 17 punti per il nostro obiettivo salvezza. La gestione del risultato deriva dall’aspetto mentale”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 288 volte, 1 oggi)