ASCOLI PICENO – Dopo la bella vittoria sulla Pro Vercelli, i bianconeri sono tornati subito a lavoro, in vista della trasferta di Vicenza. Questa mattina il gruppo ha lavorato a Sant’Egidio alla Vibrata; dopo il riscaldamento funzionale, Mister Aglietti ha fatto svolgere una serie di esercitazioni sulla reattività e un lavoro tattico. Si è allenato a parte Mengoni, a causa di una leggera distorsione al ginocchio sinistro, lavori individuali per  Paolini, alle prese con una  distrazione al retto femorale e Giorgi. Proprio il capitano, che ha riportato una contusione al polpaccio sarà valutato meglio prima della partenza per Vicenza. La rifinitura è fissata per domani alle 10:00  a Sant’Egidio alla Vibrata (porte chiuse).

Il bollettino medico del Vicenza riporta che è stata evidenziata una lesione al bicipite femorale sinistro per Salvatore D’Elia. I tempi di recupero saranno da valutare in base all’evoluzione del quadro clinico“. Per D’Elia seduta di terapie; elongazione all’adduttore destro per Mauro Vigorito che ha svolto terapie; corsa, palestra e terapie per Giulio Ebagua; palestra e terapie per Renato Barbosa; Francesco Urso e Petar Zivkov si sono allenati regolarmente con il gruppo.

Le dichiarazioni del difensore del Vicenza, Cristian Zaccardo, in vista della partita contro l’Ascoli: “Dopo la partita eravamo molto abbattuti, vincere con la Salernitana ci avrebbe dato una classifica più tranquilla. Ma perdendo due partite si torna subito in zona playout e ritorna la sofferenza, dove eravamo circa due mesi fa. Il mister ci ha tenuto su di morale, ma già con l’Ascoli conta la reazione alla sconfitta. La reazione ci dovrà essere con la prestazione e con la corsa. In questo campionato si può vincere o perdere con chiunque. Ci vuole equilibrio: se vinci due-tre partite speri di guardare in alto e perderne due ritorni a soffrire. Abbiamo sempre detto dall’inizio del campionato, che l’obiettivo è la salvezza. C’è da soffrire e i sogni li lasciamo al prossimo anno. Purtroppo ci sono dei limiti e dobbiamo stare concentrati, tirandoci fuori il prima possibile. La squadra è cresciuta, siamo più competitivi, abbiamo trovato maggiore solidità in difesa e proviamo a tornare a sorridere con i risultati. L’Ascoli? E’ una squadra in forma, verrà qui con la testa libera. Purtroppo noi abbiamo sbagliato la partita con la Salernitana e abbiamo voglia di reagire e di rimetterci in carreggiata. Penso che avremo più fame di loro. I giovani Orsolini e Favilli? A volte vincono i vecchietti e a volte i giovani. In partite decisive, l’esperienza può servire. E, avendo giocato martedì, magari saranno un po’ più stanchi di noi. Bisognerà evitare di lasciarci troppo spazio. L’Ascoli è una grande squadra e in classifica stanno meglio di noi. La difesa? Subiamo pochi tiri, questo mi piace. I nostri portieri non fanno mai un super lavoro. Dobbiamo eliminare e limitare il più possibile gli errori, in una stagione che sappiamo di sofferenza. Davanti sarà importante essere cinici“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 49 volte, 1 oggi)