ASCOLI PICENO – Al termine della rifinitura a porte chiuse, il tecnico dei bianconeri Alfredo Aglietti parla di quella che sarà la partita di domani pomeriggio contro un Vicenza alla ricerca del riscatto e dei tre punti, i biancorossi non vincono da 5 turni. L’Ascoli dopo la vittoria con la Pro Vercelli  ha portato 10 il numero dei suoi risultati utili consecutivi, record eguagliato nella Lega B 2016/17, come già in precedenza erano riuscite a fare Frosinone, Hellas Verona e Latina.  I bianconeri a quota 33 sono ad un punto dalla zona play off, mentre i veneti sono a quota 27.

Mister Aglietti:”Mi era gia successo di fare molti risultati utili consecutivi anche di più con l’Entella. Per noi domani è uno scontro diretto per noi è una diretta concorrente per la salvezza. Conta rimanete con i piedi piantati per terra. Anche se siamo stanchi per le tante partite in pochi giorni – Il tecnico prosegue parlando degli avversari – sempre massimo rispetto degli avversari, hanno giocatori molto importanti per la categoria come Bellomo, Giacomelli, Signori e altri. Non sono nel loro momento migliore anche se avevano chiuso benissimo il girone di andata ma sicuramente giocando in casa ci attendiamo un Vicenza diverso. Non dobbiamo subire il loro ritmo. Poi davanti hanno giocatori veloci e dobbiamo cercare di non fargli ricevere palla.”

Sulla formazione e il rientro di Cacia:”Porterò Cacia in panchina ma con l’obiettivo di inserirlo nelle prossime gare. Cosi come per Bianchi. Giorgi ad oggi è in dubbio, lui è un giocatore fondamentale l’importante è che stia tranquillo e sereno e se sta bene per noi fa la differenza, è il capitano e ha responsabilità ma non deve pensare di averne di più di quelle che ne ha. Il gruppo sta bene e tutti mi stanno mettendo in difficoltà ancora ho dei dubbi. Le scelte dipendono dagli avversari e da come stanno i miei, ci sarà qualcuno che riposerà probabilmente, certe decisioni sono difficili da prendere, c’è sempre bisogno di tutti. Potremmo cambiare qualcosa a centrocampo. Stiamo giocando un buon calcio e magari anche cambiando qualcosa potremmo fare una buona gara.”

Il mese di febbraio è.quello in cui lei fa statisticamente più punti:”Credo nel gruppo i più grandi aiutano i ragazzi a crescere. Non guardo le statistiche non guardo non credo a queste situazioni anche se i numeri hanno un loro valore. Per come lavoriamo noi abbiamo sempre la costanza, non lo sprint subito. Cerchiamo sempre questo che in certi momenti del campionato è fondamentale.”

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)