ARQUATA DEL TRONTO – Slitta ancora di una decina di giorni il montaggio delle prime 26 casette destinate ad ospitare i terremotati di Pescara del Tronto, le prime in assoluto attese nelle Marche.

Lo conferma all’Ansa il vice sindaco di Arquata del Tronto Michele Franchi spiegando che il ritardo (l’avvio dei lavori era stato annunciato per l’inizio di questa settimana) è dovuto alla “necessità di posizionare per motivi di sicurezza i new jersey e le barriere per proteggere le casette e gli occupanti dai rumori del traffico veicolare lungo la Statale Salaria, attigua all’area dove verranno posizionate le Sae”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 82 volte, 1 oggi)