ASCOLI PICENO – Seconda sconfitta consecutiva per l’Ascoli, che contro lo Spezia sembra non entrare mai in partita, un rigore parato da Lanni dopo solo due minuti, sembra l’incipit di una partita in mano alla squadra ligure, match che si concluderà 2 a1 per la squadra di Mimmo Di Carlo. L’Ascoli però proprio da li sembra volerci credere e crea alcune occasioni importanti con Favilli che non è lesto a finalizzare, ben marcato dai difensori spezini. Aglietti lascia in panchina sia Orsolini che Cacia, a centrocampo torna Bianchi ma non è ancora al top della forma, insieme ad Addae ed il rientrante Cassata. In difesa confermata la coppia Gigliotti-Mengoni, vista l’assenza di Augustyn e sui lati Felicioli e Almici.

Lo Spezia è più in palla e si vede, il primo tempo si chiude con la rete di Piccolo su punizione. L’Ascoli reagisce nella seconda frazione ma è poco incisiva, Lanni compie dei veri e propri miracoli tenendo il Picchio in partita ma nulla può sul tap in ravvicinato di Djokovic. Nel finale rete di testa di Gigliotti ma manca troppo poco e il match si trascina così verso la fine.

ll difensore bianconero Gigliotti, autore del gol nel finale analizza così il match: “Abbiamo fatto un buon primo tempo con alcune occasioni importanti che non abbiamo finalizzato. Dopo soli 2′ sono scivolato in area di rigore, ho preso la palla col petto e mi ha toccato la mano, quindi l’arbitro ha fischiato giustamente rigore; Lanni ha fatto una grande parata e da lì abbiamo reagito collezionando 4-5 occasioni da gol che però non siamo riusciti a concretizzare ed è stato  lo Spezia a passare allo scadere. Nella ripresa il ritmo è stato altrettanto alto, continui capovolgimenti di fronte perché attaccavamo e perdevamo palla. Purtroppo non siamo riusciti ad evitare il secondo gol, siamo arrivati un po’ in ritardo nelle marcature sugli attaccanti e se concedi anche solo una frazione di secondo a uno come Granoche, ti punisce. Peccato che il mio gol sia arrivato in ritardo quando ormai non c’era più tempo per recuperare. Non c’è da abbattersi e bisogna pensare già alla gara di sabato col Novara e dovremo fare bottino pieno; oggi i risultati delle altre sono andati abbastanza bene anche se abbiamo perso un punto dietro. Dobbiamo prendere da questa gara le cose positive che abbiamo fatto soprattutto nel primo tempo e rivolgere i nostri pensieri alla prossima gara dato che ormai questa è già andata. E’ un peccato per oggi, le occasioni le abbiamo avute, ma non ci resta che abbassare la testa e pedalare”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 50 volte, 1 oggi)