ASCOLI PICENO – La salute e l’assistenza sanitaria sono temi che stanno a cuore tutti e di conseguenza anche i cambiamenti che interessano la sanità sul territorio.

Non è un caso dunque che all’interno del “Coordinamento antidegrado” di Ascoli Piceno (di cui fanno parte le associazioni Cittadinanzattiva, Coordinamento Volontariato Piceno, Amici della Bicicletta, Cai, Fai, Italia Nostra, Legambiente e Provincia Nova= sia stato attivato uno specifico osservatorio, dedicato proprio alla sanità del territorio.

Il primo appuntamento pubblico di questo progetto sarà sabato 4 marzo alle ore 17, nella sala conferenze della Libreria Rinascita, in piazza Roma ad Ascoli Piceno, con il convegno intitolato “Dall’ospedale di vallata alla Cenerentola delle Marche”.

Al centro dell’incontro l’effettiva situazione, ad oggi, dei due ospedali della provincia, quello di Ascoli e quello di San Benedetto, e lo scenario che si prospetta con la previsione dell’Ospedale unico di Vallata, con le preoccupazioni di chi teme un conseguente impoverimento delle due strutture, ma anche la proposta di strategie mirate al conseguimento del miglior rapporto sanità – cittadini.

Oltre agli interventi delle associazioni, l’intenzione dei promotori è coinvolgere chi interverrà in un dibattito partecipato.

Il convegno infatti è aperto a tutti e in particolare a operatori sanitari, rappresentanti delle istituzioni, esponenti politici, organi d’informazione, associazioni e cittadini interessati, tutti invitati a portare il loro contributo alla discussione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 186 volte, 3 oggi)