ANCONA – Un master universitario formerà specialisti in soluzioni capaci di frenare lo spopolamento delle aree interne colpite dal terremoto.

Un “Consiglio delle istituzioni” funzionerà da raccordo con gli abitanti, le amministrazioni locali, le Regioni e il Commissario per la ricostruzione per ripensare il modello insediativo, sociale ed economico della montagna.

Per la prima volta in Italia, 40 università e istituti di ricerca affrontano insieme i problemi dei territori a rischio con il Master ‘Città e territorio’, promosso dall’Università Politecnica delle Marche e destinato a giovani con una laurea magistrale in Ingegneria, Architettura, Economia, Geologia o Geografia.

Sono previsti seminari e laboratori e una settimana di full immersion in uno dei centri simbolo del sisma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 388 volte, 1 oggi)