ARQUATA DEL TRONTO – Sono arrivati il 13 marzo i primi 26 moduli abitativi (casette) destinati a Pescara del Tronto e contestualmente è iniziato il loro montaggio.

“Finalmente si comincia a veder qualcosa di concreto e questo non può che fare bene a tutti – commenta all’Ansa il vice sindaco di Arquata Michele Franchi – Saranno montate in un mese, poi serviranno altri 15-20 giorni per le rifiniture e gli arredi interni. Dovrebbe essere in grado di accogliere persone ai primi di maggio”.

Iniziati anche i lavori nell’area di Borgo d’Arquata destinata ad ospitare altre casette. Stasera o domani verranno aperte le buste per l’assegnazione dei lavori di urbanizzazione delle aree di Pretare e Piedilama.

“L’importante è che fra l’assegnazione dei lavori e l’inizio degli stessi non si frapponga alcun tempo – auspica all’Ansa il vice sindaco di Arquata del Tronto – Ci sono stati ritardi fino ad oggi, è evidente, non vogliamo fare ulteriori polemiche, ma adesso basta con gli intoppi: non devono essercene più”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 281 volte, 1 oggi)