ASCOLI PICENO – Dopo la bella vittoria interna, nel pomeriggio del 18 marzo allo stadio Del Duca conto il Cittadella, mister Alfredo Aglietti si presenta in sala stampa visibilmente soddisfatto per i tre punti conquistati.

Ma comunque ha qualcosa da ridire sul rigore concesso agli ospiti: “Non avevo nemmeno capito che avesse fischiato il rigore, l’arbitro mi ha spiegato al termine che secondo lui Almici ha colpito la palla di mano ma vorrei rivederlo – ha affermato l’allenatore – Complice il caldo e i due cambi forzati avevo solo una cartuccia da sparare nel secondo tempo ed è stata quella giusta. Comunque la formazione iniziale per me sarebbe stata la stessa, dobbiamo sempre cercare di mantenere l’attenzione alta. Oggi la squadra ha reagito e abbiamo tenuto. Non si vinceva da un mese tra l’altro e la salvezza passa dal Del Duca, bisognava cercare di vincere e tornare a fare punti qui ci deve dare delle certezze in più, dobbiamo invertire questa tendenza anche per i tifosi e per la società”.

Dopo il rigore, la reazione bianconera: “Erano con un uomo in meno, non potevamo non reagire. Per fortuna abbiamo capovolto la situazione” ha dichiarato Aglietti.

Anche oggi due infortuni pesanti: “Nessun azzardo a mettere Mogos dietro, abbiamo perso i due centrali. Cosa che ci ha tolto la possibilità di fare altri cambi. Mengoni ha sentito contrarre l’adduttore mentre quello di Augustyn sembra un infortunio più serio” ha affermato il mister bianconero.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 179 volte, 1 oggi)