ASCOLI PICENO – Carlo Mazzone ha compiuto il 19 marzo 80 anni. CLICCA QUI

Tante sono state le celebrazioni e gli auguri, da tutta Italia, riservati al mitico “Carletto”: allenatore di Ascoli, Lecce, Roma, Bologna, Perugia, Brescia e altre squadre. Ovunque è andato ha lasciato il segno.

RaiSport è andata ad Ascoli Piceno a “casa Mazzone” per intervistare l’ex mister e raccogliere episodi e ricordi della sua carriera: anche da giocatore.

Ed è particolare il ricordo di Carlo Mazzone su come da calciatore sia diventato in seguito allenatore: “In un Ascoli-Sambenedettese ho avuto la frattura di una tibia in un contrasto, non portavo il parastinco. Lì fu la mia sfortuna fortunata. Perché Costantino Rozzi, che ricordo con affetto e gratitudine, mi disse ‘non ti preoccupare, staremo sempre insieme’ e mi diede il settore giovanile dell’Ascoli per iniziare la carriera da allenatore. Eravamo in C e vincemmo, andammo in B. Vincemmo in B e andammo in A. E restammo in A”.

Per rivedere l’intervista completa, CLICCA QUI .

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 985 volte, 1 oggi)