COLLI DEL TRONTO – È stata inaugurata questa mattina, 22 marzo, la casa dell’acqua a Colli del Tronto presso il piazzale della stazione, in via G. D’Annunzio, la prima in Vallata dopo Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto. Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco Andrea Cardilli, il presidente del Bim Tronto Luigi Contisciani, rappresentanti dell’amministrazione comunale e dell’ente, nonché diverse scolaresche di Colli del Tronto.

La data scelta per la cerimonia non è stata casuale: si celebra oggi, infatti, la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite e indetta per la prima volta nel 1993, per sensibilizzare a un uso responsabile di questa risorsa preziosa, ancora non accessibile a una parte cospicua della popolazione mondiale.

Un elemento, l’acqua, che incide profondamente sulla vita di ogni cittadino e sul mondo esterno e che rappresenta anche il fulcro stesso del Bacino Imbrifero del Tronto. “L’acqua è vita, nell’agricoltura come nell’industria, nella salute come nel lavoro – ricorda il presidente Luigi Contisciani – per questo il Bim ogni anno sceglie di investire gran parte delle risorse sul progetto acqua, come fonte di energia rinnovabile e valorizzazione ambientale”.

La Casa dell’acqua mira quindi a fornire un servizio alla cittadinanza e assieme alla valorizzazione di un bene pubblico di primaria importanza, distribuendo acqua microbiologicamente pura, gasata e refrigerata, proveniente dalla rete idrica, prelevabile tramite un’apposita card, al costo una tantum di 5 euro da acquistare presso gli esercizi convenzionati.

Fino al 30 aprile l’erogazione dell’acqua sarà gratuita per tutti i cittadini, poi l’acqua costerà 2 centesimi al litro. Si tratta di un sistema, già sperimentato grazie al Bim Tronto in altri Comuni del Piceno, che aiuta anche l’ambiente, visto che contribuirà a far risparmiare plastica o vetro ai cittadini, limitando al massimo gli sprechi.

(Letto 83 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 83 volte, 1 oggi)