ANCONA – La Regione Marche teme che le azioni annunciate dai comitati degli sfollati, che non vogliono essere trasferiti, avranno ripercussioni sulla disponibilità manifestata dalle altre strutture ricettive ad accogliere i terremotati nei prossimi mesi.

“Ho ricevuto una lettera da due strutture di Numana e Sirolo – ha detto l’assessore al Turismo Moreno Pieroni all’Ansa – che ora non ospitano sfollati: avevano dato disponibilità per 600 posti, 250-300 nuclei familiari. Ora ci hanno chiesto di dare conferma entro il primo aprile dell’arrivo dei terremotati. In caso contrario ‘apriranno’ alla clientela della stagione estiva”.

Tanto più che le prenotazioni sono in ripresa. I comitati hanno ipotizzato il ricorso al precetto da parte dei prefetti per rimanere dove stanno.

“Ma se poi il precetto non arriva? E gli altri alberghi ritirano la disponibilità? Dove mettiamo gli sfollati?”. Secondo l’assessore, sono circa 1.800 i terremotati ospiti di alberghi e camping che dovranno spostarsi, su un totale di poco meno di 5 mila.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 100 volte, 1 oggi)