ASCOLI PICENO – Il tecnico bianconero Alfredo Aglietti analizza la sconfitta: “A Salerno avevamo giocato male invece perdere così con già il pareggio che ci aveva lasciato l’amaro in bocca. Purtroppo anche gli episodi ci penalizzano, mancano ancora nove partite dobbiamo ricaricare le batterie per martedì a Chiavari. Ho chiesto spiegazioni sul rigore all’arbitro, era netto. Ha detto che l’ha presa di mano ma l’ha fatto per difendersi. Nell’ultimo periodo le situazioni che si sono verificate siamo stati sfortunati, non è un alibi però l’episodio arbitrale è un fattore.”

“Abbiamo avuto occasioni e dovevamo cercare di costruire occasioni da gol, ripartivano veloci, contenere Mbagoku e Lasagna non era facile avevamo difeso bene e i gol sono arrivati in maniera particolare  a volte non abbiamo la percezione del pericolo dovevamo stare li in trincea e invece si è cercato di vincere. Abbiamo fatto una partita bella e importante faccio i complimenti ai ragazzi, i tifosi hanno il diritto di contestare, loro ci seguono sempre e sono fantastici. Oggi dovevamo provarla a vincere poi l’espulsione ha cambiato i piani ed eravamo stanchi. Crampi per Mengoni e Cacia che ho dovuto sosituire, Giorgi invece on ne aveva più.”

Lazzari lento e contestato: “Lazzari non è entrato male dobbiamo stare vicini a questi ragazzi, volevo provare a vincere la partita mancava un quarto d’ora volevo sfruttare i suoi spunti. Poi siamo rimasti in dieci e ci siamo dovuti adattare.  A volte le scelte sono vincenti e altre volte no.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 244 volte, 1 oggi)