ANCONA – Sono rivolti alla Polizia Locale i corsi di formazione di cui la Giunta regionale ha approvato il programma per il 2017 e stanziato circa 80 mila euro. Il piano formativo è stato redatto in continuità con le attività avviate lo scorso anno centrate sul potenziamento delle capacità linguistiche degli agenti in servizio nei Comuni ad alta affluenza turistica e ora estese su ulteriori territori.

Con il sisma che ha colpito le Marche è emersa poi la necessità di rafforzare il ruolo degli addetti di polizia impegnati in emergenza con attività formative mirate a sostenere l’impatto emotivo delle persone traumatizzate e a gestire lo stress dell’operatore stesso che porta soccorso.

Per l’assessore Fabrizio Cesetti, che ha proposto la delibera, “l’attività formativa è necessaria per rendere l’operato della polizia locale sempre più attivo e presente sul territorio e per rispondere alla richiesta di sicurezza della cittadinanza soprattutto in una fase di fragilità come quella determinata dell’emergenza sismica che ha duramente colpito la popolazione marchigiana”.

La gestione del programma formativo 2017 è affidata alla Scuola regionale di Formazione in sinergia con il servizio Attività istituzionali e integrità che si occupano dell’organizzazione e della progettazione dei corsi, della valutazione e del conferimento dell’incarico dei docenti.

Le tematiche trattate per l’aggiornamento riguardano i reati in materia ambientale, il codice della strada, problematiche legate ai minori e delinquenza, il controllo degli esercizi commerciali, la sicurezza in emergenza; i corsi in area trasversale si occupano della patente di servizio, della formazione per la lingua inglese e del corso ufficiali comandanti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 48 volte, 1 oggi)