ANCONA – La Giunta regionale ha destinato alle famiglie con persone affette da autismo 121.739,27 euro per l’anno 2017.

Il provvedimento, il cui schema di deliberazione è stato trasmesso al Consiglio delle Autonomie locali per il parere, è finalizzato alla promozione della piena integrazione sociale, scolastica e lavorativa delle persone con disturbi dello spettro autistico, patologia altamente invalidante che determina una alterazione precoce e globale di tutte le funzioni essenziali del processo evolutivo.

Per la realizzazione dell’intervento sono stati impiegati i risparmi ricavati dai fondi per il funzionamento dei gruppi consiliari che questa assemblea regionale ha deciso di destinare alla disabilità, nello specifico alle famiglie con persone con disturbi dello spettro autistico.

Le Marche sono state la prima Regione a dotarsi di una normativa organica che prevede, tra le altre cose, anche la concessione di contributi alle famiglie per le spese sostenute per interventi educativi e riabilitativi da parte di operatori specializzati basati sui metodi riconosciuti dall’Istituto superiore della Sanità.

Sono ammesse a finanziamento le spese per interventi e terapia cognitivo comportamentale, le supervisioni e la terapia logopedica. Le spese devono essere sostenute nel periodo che va dal 1 ottobre 2016 al 30 maggio 2017.

Le prestazioni e i servizi sono aggiuntivi e complementari rispetto ai servizi più specificamente sanitari. Nel 2016 hanno beneficiato dei fondi circa centotrenta utenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 93 volte, 1 oggi)