L’AQUILA – Sono in circa 4 mila alla silenziosa fiaccolata partita da via XX settembre, davanti al tribunale, per commemorare le 309 vittime del terremoto dell’ Aquila nell’ottavo anniversario.

A guidare il lungo serpentone i familiari delle vittime con striscioni e molte foto dei loro cari scomparsi alle 3 e 32 del 6 aprile 2009.

A quanto riportato dall’Ansa alla fiaccolata è presente un gruppo di terremotati di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto, gli sfollati di Campotosto, il sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, il presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, il ministro per la Coesione territoriale Claudio De Vincenti e il sottosegretario con delega alla Ricostruzione, Paola De Micheli.

Per la fiaccolata sosta davanti alla Casa dello studente e arrivo in piazza Duomo. Qui la lettura dei 309 nomi, poi la messa celebrata da mons. Giuseppe Petrocchi, Arcivescovo Metropolita dell’Aquila, e la veglia di preghiera.

Le 3:32 saranno scandite dai rintocchi della campana del Suffragio​.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 63 volte, 1 oggi)