ANCONA – Il Consiglio Regionale ha approvato a maggioranza (18 voti a favore e 7 astenuti) la legge sullo sviluppo di progetti a sostegno delle città sostenibili e amiche dei bambini e degli adolescenti.

A quanto riportato da una nota dell’Ansa, gli astenuti (M5S e e Lega nord) hanno motivato il loro voto con le scarse risorse messe a disposizione (25 mila euro nel 2017) e la genericità dei contenuti del provvedimento. Di suo, il Carroccio ha aggiunto i dubbi su quali Comuni riceveranno i fondi.

“Mi arriva all’orecchio Fano – le parole riportate dall’Ansa del consigliere Sandro Zaffiri – e io lo dico a voce alta. Un Consiglio regionale non può fare leggi ad hoc. Restano le perplessità , anche se la proposta di legge porta la firma della vice presidente leghista Marzia Malagia”. La leghista si è astenuta.

Enzo Giancarli (Pd) non ha partecipato al voto: “Pur condividendo i principi della legge e il valore dell’infanzia, non posso votare un qualcosa che non vedo così chiaro e concreto ma non posso neppure votare contro un atto firmato dal presidente Mastrovincenzo” le parole riportate dall’Ansa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 33 volte, 1 oggi)