ANCONA – E’ stata pubblicata l’ordinanza 19 del Commissario per la Ricostruzione Vasco Errani che definisce parametri, modalità, tempi di intervento e di esecuzione della ricostruzione privata dopo il sisma. Prevede l’ambito di applicazione e i soggetti beneficiari e disciplina il contributo per “gli interventi di ripristino con miglioramento sismico o la ricostruzione degli edifici distrutti”.

Tra gli interventi finanziabili anche quelli per gli immobili con locali inagibili che ospitavano imprese e attività produttive. Nei 140 Comuni del cratere il contributo previsto è pari al 100% del costo ammissibile.

Per gli immobili fuori cratere, qualora sia dimostrato “un nesso di causalità diretto tra i danni e gli eventi sismici”, il contributo è ugualmente del 100% sia per le prime case che per le seconde abitazioni se “ubicate nei centri storici”.

All’esterno dei centri storici per le seconde abitazioni scende al 50% (rimane del 100% per le prime case). Le domande entro il 31 dicembre (https://sisma2016.gov.it/).

(Letto 215 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 215 volte, 1 oggi)