ANCONA – “Ricostruire le comunità delle Marche colpite dal terremoto anche attraverso l’uso del mezzo televisivo“.

E’ l’iniziativa di Rai Marche e del Corecom Marche anticipata dal presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo e da quello Corecom Cesare Carnaroli.

“Grazie alla disponibilità della Rai – le parole riportate dall’Ansa di Carnaroli –, vorremmo rilanciare l’utilizzo pubblico dello spazio destinato ai programmi dell’accesso, dando la possibilità di intervenire ai Comuni del cratere, alla Protezione civile, alle associazioni. Una buona prassi che potrà contribuire a dare voce ai soggetti dei territori colpiti dal sisma. Per far partire dovrà prima essere approvato un protocollo sui programmi dell’accesso fra il Corecom e Rai Marche – si legge nella nota dell’Ansa – Con lo stesso obiettivo il confronto in programma a Perugia l’8 maggio fra i Corecom di Marche, Lazio e Umbria per realizzare una Tv di comunità, già sperimentata in Umbria, nelle aree del terremoto, e video che promuovano i nostri territori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 61 volte, 1 oggi)