ROMA –  Le famiglie marchigiane hanno speso complessivamente 36 milioni di euro per imbandire le tavole della Pasqua. L’84% delle famiglie che ha optato per il pranzo a casa propria o in quella di parenti e amici. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti-Ixè: “La Pasqua 2017 degli italiani”.

“Una persona su tre non rinuncerà alla tradizionale gita fuori porta in parchi e aree protette con il tradizionale pic-nic nel verde – afferma Coldiretti-  Un rito, quest’ultimo, caratterizzato dai barbecue all’aria aperta, con molti agriturismi, anche delle zone terremotate, che si sono attrezzati per il lunedì dell’Angelo con l’offerta di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in autonomia. Nonostante le campagne animaliste l’alimento più rappresentativo resta la carne d’agnello che è presente in più di una tavola su due (52%)”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 74 volte, 1 oggi)