ASCOLI PICENO – L’Ascoli torna alla vitoria davanti al suo pubblico, un netto due a zero sull’Avellino. Il Del Duca spinge la squadra dal primo all’ultimo minuto, 6.125 spettatori di cui 327 avellinesi della Curva Nord. In coda vincono il Latina contro l’Entella e il Brescia sulla Ternana. Tre punti fondamentali in ottica salvezza e sabato altro scontro diretto contro il Latina. I bianconeri scendono in campo col piglio giusto e dominano su tutti i fronti, un sontuoso Addae a centrocampo e un ritrovato Cacia in avanti fanno la differenza, con Cassata e Orsolini particolarmente ispirati. Peccato l’infortunio di Mengoni costretto a lasciate il campo durante la prima frazione di gioco. Mignanelli non sbaglia un cross, mentre Almici e Augustyn sono imperiosi in difesa, l’Avellino non riesce ad essere incisivo grazie anche all’ottima difesa bianconera.

Sblocca il risultato Cacia con un gol di rapina al 24esimo infilando tra portiere e palo su assist di Cassata, il raddoppio arriva con Orsolini al primo del secondo tempo con un gioiello di prima intenzione dal limite dell’area. Nel frattempo si registrano una rovesciata di Addae, tra i migliori in campo .

Il DS bianconero Giaretta commenta cosi: “L’allenatore è  carico di adrenalina e preferisce non parlare oggi. Lo stress è quello che stiamo vivendo sempre, non è facile vincere le partite che si è obbligati a vincere ho visto gli occhi di tigre nei giocatori. Grande risposta da parte del nostro gruppo. Abbiamo altre 4 partite non abbiamo ancora fatto nulla. Uomini che tengono a questa squadra e giocatori che giocano anche se infortunati, tutti uniti per raggiungere l’obiettivo, l’Avellino non poteva far altro che subire.”

Cacia e Addae: “Tutti hanno fatto una grandissima partita con grande determinazione ed unità di intenti. Abbiamo bisogno della qualità di Cacia e nelle prossime 4 gare può solo crescere, la partita racchiude il nostro progetto punti che ci danno morale e ci rasserena.”

Cosa è cambiato da Brescia?: “Oggi sono cambiate tante cose, sono variabili che non si possono controllare, tutta la squadra era carica per questo tipo di prestazione, abbiamo valorizzato il punto con il Brescia. A Latina  mi porterei tutta la Curva che oggi è stata fenomenale. Il Latina ha vinto: “Si è vero meglio forse ci fa capire che tutte le partite sono difficili e dobbiamo andare li con tutta la determinazione che serve.”  Infortunio di Mengoni: “Mengoni ha un dolore al ginocchio che aveva già ed è solo aumentato oggi giocando speriamo di recuperarlo.”

Il tecnico dell’Avellino, Mister Novellino: “Mai detto niente contro l’Ascoli. Ho indossato la maglia della Samb solo per una partita di beneficenza, ho giocato ad Ascoli e ho dato tutto per l’Ascoli e con l’Ascoli ho vinto tutto non mi aspettavo un trattamento così. Sulla partita, abbiamo concesso troppo, è la terza partita che sbagliamo, dobbiamo lottare per la salvezza, abbiamo fatto un cammino straordinario e siamo 4 punti sopra la zona play out con tanto di penalizzazione, non mi sono mai sentito di fare un percorso facile. Oggi abbiamo sbagliato completamente atteggiamento, faccio i complimenti all’Ascoli.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.358 volte, 1 oggi)