ROCCAFLUVIONE – L’unità di crisi beni culturali delle Marche ha coordinato il recupero di altri dipinti e statue danneggiati dal sisma nelle province di Ascoli Piceno e Macerata, insieme a storici dell’arte della Soprintendenza di Ancona, ai carabinieri del Nucleo tutela Beni culturali, ai vigili del fuoco e ai volontari delle Diocesi. Ciò è stato riportato da una nota dell’Ansa.

Fra le opere d’arte portate in salvo a Pieve Torina  un olio su tela raffigurante la “Madonna in trono con bambino” di Andrea De Magistris, dei crocifissi in legno dipinto, e, sempre di Andrea De Magistris, un dipinto con la “Deposizione di Cristo”. Dalla Chiesa di Santa Caterina a Camerino sono stati portati via un dipinto dedicato a “San Venanzio e Martiri” del 1627, realizzato da Antonio Pellegrini, e altri quadri.

Nella frazione di Gaico a Roccafluvione la task force ha prelevato dalla Chiesa di Santa Maria Interselvas un quadro su tela della ”Madonna Addolorata”, di scuola marchigiana del ‘600.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 131 volte, 1 oggi)