ANCONA – Opportunità di lavorare all’estero, di imparare una nuova lingua, di conoscere persone, di mettersi alla prova in contesti diversi dal solito. Sono solo alcune delle numerose possibilità che i Fondi strutturali europei mettono a disposizione dei giovani. Se ne è parlato questa mattina, nell’ambito delle celebrazioni per la Festa dell’Europa, particolarmente sentita vista la recente ricorrenza del 60° Anniversario della firma dei Trattati di Roma.

Alla Mole Vanvitelliana di Ancona si è svolto infatti l’evento di chiusura della 5° edizione di “Destinazione Futuro”, progetto rivolto agli studenti degli istituti superiori marchigiani, e promosso dall’Autorità di Gestione FSE della Regione Marche. Erano presenti, tra gli altri, l’assessore regionale all’Istruzione, formazione e lavoro Loretta Bravi ed il presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo. I ragazzi di 12 istituti superiori della regione aderenti all’iniziativa, accompagnati dagli insegnanti, hanno illustrato i loro lavori (17 in tutto).

Obiettivo, rendere i ragazzi più consapevoli del significato di cittadinanza europea e delle opportunità che da questa derivano, imparando a conoscere più dettagliatamente cosa siano i fondi strutturali e come possano essere utilizzati, per poi comunicarlo ai loro coetanei tramite la realizzazione di un video o di un sito web. L’uso di linguaggi nuovi, come pure del blog e della pagina Facebook, hanno contribuito a coinvolgere ed entrare in contatto con i giovani, che sotto la guida sapiente dei loro insegnanti, si sono avvicinati a temi complessi con grande interesse e creatività.

“L’evento di oggi – ha commentato l’assessore Bravi – è una grande occasione per ribadire la nostra identità europea. La Festa dell’Europa significa per noi la Festa di una consapevolezza, della nostra Cittadinanza Europea, delle nostre radici e di tutte le opportunità che l’Europa ci fornisce, non da ultimo il fatto di poter avere accesso ai fondi strutturali e alle opportunità ad essi connesse. I giovani vanno introdotti all’uso di tutto ciò che si può realizzare con il Fondo Sociale Europeo. Questa giunta ha cercato di mettere al centro il Giovane avviando un processo di istruzione e di formazione già dalla scuola e quindi all’acquisizione di competenze, siano esse di alta formazione, siano esse di mestiere, per avere più opportunità e competitività nel mondo del lavoro”.

“E’ particolarmente significativo – ha aggiunto il presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo – celebrare la festa dell’Europa insieme ai giovani; con loro dobbiamo rilanciare i suoi valori fondativi: la solidarietà, la pace, il rispetto dei diritti. L’ Europa nei prossimi anni per i giovani dovrà favorire apprendimento permanente e mobilità, migliorare qualità ed efficacia dell’istruzione e della formazione, promuovere equità, coesione sociale e cittadinanza attiva, incoraggiare creatività e innovazione”.

Ecco le scuole e i progetti vincitori della 5° edizione di Destinazione Futuro: il primo premio è stato assegnato al lavoro “#IOSONOEUROPEO” del Liceo Classico Leopardi di Macerata, il secondo posto al lavoro: “EUROPA: MOTORE DI RICERCA DEL FUTURO” dell’ITT Montani di Fermo, e terzi classificati – pari merito – si sono attestati i lavori “IO CITTADINO EUROPEO” dell’I.I.S. Podesti Calzecchi Onesti di Ancona e il lavoro: “L’EUROPA C’E’! RINASCERE E’ POSSIBILE!” dell’IPSEOA Varnelli di Cingoli. La menzione “social”, risultato del voto affidato ai “Mi piace” della pagina Facebook è andato al lavoro “F.S.E.- PER UN FUTURO PIU’ SICURO IN CASA EUROPA” dell’Istituto Bramante di Macerata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 58 volte, 1 oggi)