ANCONA – “Il rischio di infiltrazioni mafiose nella ricostruzione post terremoto c’è sempre, ed è anche molto elevato ma non è detto che si concretizzi”.

Lo ha detto Fusto Cardella, pg della Corte d’Appello di Perugia ed ex procuratore de l’Aquila, intervenendo ad Ancona al convegno ‘La terra trema’, promosso dall’Associazione culturale Fatto e diritto.

Nel caso del terremoto del centro Italia “viene posta un’attenzione particolare, anche muovendo dalle passate esperienze, a questo fattore, perché dove ci sono i soldi c’è sempre il rischio che la criminalità si infiltri”, ha aggiunto.

L’importante, ha sottolineato Cardella, è “prevenire e prendere adeguate contromisure”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 87 volte, 1 oggi)