ANCONA – Oltre 7 milioni di euro per la promozione dei vini sui mercati esteri, la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti, gli investimenti enologici finalizzati alla commercializzazione.

Le risorse sono quelle comunitarie, assegnate alla Regione dal ministero delle Politiche agricole per l’attuazione delle misure nazionali previste dall’Ocm vino: la normativa europea che riguarda il settore vitivinicolo.

La Giunta regionale ha ripartito le risorse sulla base delle priorità marchigiane: “Puntiamo a rafforzare la presenza dei vini marchigiani nei Paesi emergenti e a consolidarla in quelli tradizionali – ha commentato la vice presidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura – Una presenza che confermiamo o acquisiamo partendo dalla qualità dei nostri vini, già apprezzata e che vogliamo ulteriormente garantita con i nuovi investimenti che andiamo a programmare nella campagna 2017/2018 sostenuta con questi finanziamenti”.

Un bando chiarirà le modalità per accedere ai contributi. Le domande andranno presentate entro il 15 giugno 2017. La quota di risorse riservata alla promozione si attesta a 2 milioni di euro, mentre alla ristrutturazione andranno 3 milioni di euro e agli investimenti 2,3 milioni. Il contributo massimo per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti può superare gli 11 mila euro ai quali, nei casi ammessi, si somma una compensazione per perdita di reddito di 2 mila euro.

L’aiuto alla riconversione riguarda tutto il territorio regionale, totalmente interessato dalla produzione “Marche”(vino a indicazione geografica protetta) e, in gran parte, dalle denominazioni di origine protetta. Gli investimenti vanno realizzati entro tre anni

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 37 volte, 1 oggi)