ANCONA – Una programmazione per abbattere le barriere architettoniche negli edifici di edilizia residenziale pubblica attraverso l’attivazione, per la prima volta, di uno specifico fondo, dotato di 1,573 milioni di euro.

Fabbisogno necessario per le esigenze del Piano triennale 2014-2016 comunicato dall’Erap (Ente regionale per l’edilizia pubblica) Marche.

Prevede tutto questo un decreto del dirigente del settore Edilizia della Regione, emanato nei giorni scorsi. “Un provvedimento amministrativo di grande valore e impatto sociale – commenta la vice presidente Anna Casini , assessore all’Edilizia Pubblica – Le Marche si dotano di risorse certe e programmate per avviare un piano di riqualificazione degli alloggi pubblici calibrato alle esigenze delle persone con disabilità che vi risiedono. Passiamo da interventi occasionali, per lo più attuati durante le ristrutturazione degli immobili, a una programmazione puntuale, definita sulla base delle esigenze territoriali. Per questo il fondo non prevede una ripartizione locale, ma verrà gestito dall’Erap che investirà le risorse negli immobili delle varie realtà provinciali dove è stata rilevata la necessità di abbattere le barrire architettoniche degli inquilini residenti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 72 volte, 1 oggi)