MONTEGALLO – “Non toccate i cuccioli di capriolo rinvenuti tra la vegetazione”.

E’ l’ammonimento lanciato dai carabinieri forestali dopo l’ultimo recupero di un esemplare in un bosco a Montegallo da parte dei militari delle stazioni di Castelsantangelo sul Nera e Montegallo, su segnalazione di un cittadino che lo aveva raccolto credendolo abbandonato dai genitori.

Il cucciolo è stato affidato a duna studio veterinario di Ussita ma sono decine le segnalazioni di cuccioli di capriolo rinvenuti tra la vegetazione in questo periodo dell’anno.

“Questi animali – ammoniscono i carabinieri forestali – una volta raccolti non potranno essere più reimmessi in ambiente naturale e saranno costretti a stare in aree recintate. I cuccioli non sono stati abbandonati dai genitori, ma attendono la madre che si è allontanata per alimentarsi e tornerà presto ad allattarli. Toccare questi animali, e anche solo avvicinarsi, li esporrà all’abbandono da parte dei genitori e soprattutto ai predatori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 113 volte, 2 oggi)