ASCOLI PICENO – Nel consiglio comunale del 31 maggio ad Ascoli Piceno è stato affrontato l’ultimo passaggio urbanistico che riguarda la bonifica del sito Sgl-Carbon e la successiva definizione di tutte le pratiche connesse.

Il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli è rimasto molto perplesso dall’atteggiamento “confuso ed ondivago del gruppo del Pd”.

“Erano presenti tre consiglieri – sottolinea il primo cittadino – ed hanno avuto tre distinte espressioni di voto. Il capogruppo Francesco Ameli ha lanciato la palla in tribuna non partecipando al voto, il consigliere Roberto Allevi ha votato contro mentre il consigliere Monica Acciarri ha votato a favore rivendicando come l’iniziativa diretta alla rigenerazione dell’area ex SGL Carbon fosse in realtà stata attivata dalla Provincia guidata dal centro sinistra al tempo di Massimo Rossi, Emidio Mandozzi e Antonio Canzian”.

Secondo Castelli questo comportamento “la dice lunga sulla chiarezza di idee e sulla capacità progettuale del Pd ascolano che mi sembra abbastanza in confusione – prosegue il sindaco- Credo che abbiano perso un’ottima occasione per rivendicare un ruolo all’interno di una procedura significativa che ormai volge al termine”.

La procedura è ora interamente rimessa alla competenza della provincia. Per poter completare l’iter urbanistica ed iniziare la bonifica, secondo i dettami del piano operativo licenziato dal commissario Cesare Spuri il 13 agosto del 2016, attualmente manca all’appello solo un parere della provincia che si deve esprimere sulla congruità dello screening di Via-Vas trasmesso dal Comune qualche settimana fa.

“Stupito e incredulo di fronte a un Pd che si divide in tre – continua Castelli – e consapevole di come La procedura di bonifica corrisponda ad un interesse pubblico prioritario della città e del territorio, chiedo e invoco che la Provincia si esprima al più presto così da perfezionare l’iter urbanistico e far sì che Restart possa iniziare la guerra di liberazione dai rifiuti che avvolgono i 27 ettari del sito ex SGL Carbon”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 125 volte, 1 oggi)